Clínica Fertia

Gravidanza a 40 anni: rischi e vantaggi

Decidere di essere madre dopo i 40 anni è sempre più comune in Spagna. Secondo l’Istituto nazionale di statistica (INE), nel 2020 sono state 5.972 le donne che hanno partorito all’età di 40 anni, rispetto a 3.830 bambini nati da madri di 25 anni. Ci sono già più donne incinte di 40 anni (o più) che di 25.

 Per questo abbiamo voluto davvero scrivere questo post per tutte quelle donne che stanno pensando di essere mamme in età matura, perché sappiamo che è un passo molto importante e che in molte occasioni abbiamo molti dubbi sul fatto che tutto andrà bene o se esistono molti rischi per il bambino o per la madre.

Rischi di essere mamma a 40 anni

Le gravidanze tardive hanno più complicazioni in generale, ma ciò non significa che la gravidanza debba andare male. È importante che tu conosca i rischi, anche se anticipiamo anche che ci sono alcuni vantaggi nell’affrontare la maternità con maggiore maturità-

Primo trimestre

Nel primo trimestre di gestazione delle gravidanze mature si registra solitamente un più alto tasso di aborti spontanei dovuti a cromosopatie (come la sindrome di Down, la sindrome di Edwards…) e patologie che possono interessare l’utero materno.

Oggi queste malattie possono essere diagnosticate nella stessa gravidanza prima del parto, con test non invasivi, come il test prenatale non invasivo, e in alcuni casi con metodi invasivi come la biopsia corionica o l’amniocentesi.

Secondo trimestre

Nel secondo trimestre di gravidanza è comune diagnosticare l’ipertensione e il diabete gestazionale, che possono verificarsi anche nelle gravidanze in età precoce.

Terzo trimestre

Negli ultimi mesi di gestazione possono verificarsi alterazioni nella crescita del feto: bambini piccoli per l’età gestazionale o crescita intrauterina ritardata.

Malattie della gravidanza che peggiorano

Iperemesi gravidica o vomito incontrollato

Nausea e vomito sono comuni nel primo trimestre di gravidanza, a qualsiasi età, e di solito non rappresentano un rischio in gravidanza.

Ma quando il vomito provoca una perdita di peso superiore al 5%, disidratazione e comparsa di corpi chetonici o urina o chetonuria (si manifestano quando il corpo utilizza i grassi al posto degli zuccheri per generare energia) a causa dell’incapacità di mangiare e idratarsi adeguatamente, c’è una situazione che può diventare preoccupante. 

È ciò che conosciamo come iperemesi gravidica e colpisce più le donne di età superiore ai 40 anni.

Diabete gestazionale

È un disturbo della gravidanza abbastanza comune la cui incidenza aumenta con l’aumentare dell’età materna. Si verifica perché nella seconda metà della gravidanza, il corpo della donna produce grandi quantità di un ormone, il lattogeno placentare, e aumenta la necessità di un altro, l’insulina, che consente di conservare lo zucchero del cibo per un uso successivo. Se il diabete è controllato di solito non rappresenta un problema.

Alta pressione sanguigna: preeclampsia ed eclampsia

Si verifica più frequentemente nelle donne di età superiore ai 40 anni, soprattutto perché a volte sono donne che già soffrivano di ipertensione prima di iniziare una gravidanza. Quando l’ipertensione è accompagnata da altri sintomi, come alti livelli di proteine ​​nelle urine o proteinuria e gonfiore delle mani, dei piedi o del viso, si parla di preeclampsia. Quando questa situazione peggiora porta a eclampsia e compaiono sintomi come mal di testa, gonfiore eccessivo, visione doppia, sfocata o con luci e convulsioni.

 

Distacco di placenta

La placenta è l’organo che nutre il tuo bambino durante l’intera gravidanza. Si inserisce nella parete dell’utero e li rimane permanentemente fino al parto. Una volta nato il bambino si stacca dalla parete ed esce, il che è noto come parto. Ma a volte, quasi sempre durante il terzo trimestre, la placenta si stacca prematuramente dalla parete dell’utero, causando sanguinamento. In ogni caso, il distacco della placenta riduce l’apporto di ossigeno e sostanze nutritive al feto, il che lo rende una complicanza molto grave. Uno dei fattori che lo causano è che la madre ha superato i 40 anni di età.

Vantaggi di essere mamma a 40 anni

Rimanere incinta per la prima volta a 40 anni ha anche alcuni vantaggi. Come regola generale, sono donne che proprio per la loro maturità e il loro desiderio di essere madri, si prendono più cura della loro salute, a vantaggio del bambino, e hanno una maggiore stabilità emotiva e professionale, che favorisce lo sviluppo del bambino.

Alla Clínica Fertia siamo stati in grado di verificare in prima persona che le mamme mature sono donne incinte altamente motivate e disciplinate, seguono tutte le raccomandazioni mediche relative all’assunzione di integratori vitaminici, dieta, stile di vita, esercizio fisico …

Uno studio britannico e tedesco, pubblicato sull’International Journal of Epidemiology, ha sottolineato che i figli di madri di età superiore ai 35 anni oggi hanno maggiori probabilità di essere più intelligenti di quelli nati da madri più giovani.

Le ragioni di queste maggiori competenze cognitive dei piccoli nati da madri più grande vanno ricercate non nel fatto che le loro madri abbiano raggiunto i 35 anni o più, ma in altri fattori. Che i bambini siano più intelligenti non è dovuto all’età della madre, ma al suo livello socioeconomico, alle cure che ha durante la gravidanza, all’accesso alle opportunità di sviluppo che può offrire al bambino e al coinvolgimento nell’educazione del bambino.

Un altro vantaggio è che la depressione post partum è meno frequente, dal momento che sono madri emotivamente più mature. La depressione postpartum si manifesta entro pochi giorni dal parto ed è caratterizzata da una sorta di malinconia, tristezza, ansia e difficoltà a dormire. In generale è legato ai cambiamenti ormonali che si verificano dopo il parto, ma anche a problemi emotivi, come sentirsi incapaci di prendersi cura del bambino.

Se hai letto questo post forse stai pensando di essere una mamma con 40 anni o più, è vero che ci sono dei rischi in più, ma puoi essere mamma in età matura, la decisione di essere madre è qualcosa di molto personale ed è influenzata da molti fattori.

Se senti che è il momento, ti consigliamo di prenotare un primo appuntamento gratuito presso la nostra clinica per la fertilità in modo che possiamo conoscere la tua storia medica, consigliarti e informarti su tutte le opzioni per essere madre.

Scritto da::

Dott.ssa Auxiliadora Vega

Ginecologia e Controllo della Gravidanza

Email: international@clinicafertia.com

× Come possiamo aiutarti? Available from 10:00 to 20:00 Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday